Il Legno e le sue caratteristiche
Osservando il tronco di una qualsiasi pianta, procedendo dall’esterno verso l’ interno, troviamo le seguenti zone, ognuna con una ben specifica funzione: L’incremento dell’uso del legno degli ultimi anni e la sua...
Cosa è importante sapere
FUORIUSCITE DI RESINA In alcune specie legnose (più frequentemente nelle conifere) è possibile la presenza di sacche di resina. In questi casi, tali fuoriuscite sono pertanto da considerarsi caratteristica normale, non un difetto....
Il corretto uso dei serramenti e l'areazione dei locali
La qualità dell’aria all’interno di una casa è di primaria importanza per il benessere di chi ci vive. Infatti la presenza e l’attività delle persone negli ambienti chiusi genera polvere, fa aumentare la...
  Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!

Il Legno e le sue caratteristiche

Osservando il tronco di una qualsiasi pianta, procedendo dall’esterno verso l’ interno, troviamo le seguenti zone, ognuna con una ben specifica funzione:
L’incremento dell’uso del legno degli ultimi anni e la sua insostituibilità per molti tipi di infissi da esterno sono legati alle caratteristiche ed ai pregi di questo materiale.Il legno presenta buone caratteristiche di resistenza meccanica (alla compressione, alla flessione, ecc.) e fisiche, entrambe comunque variabili tra una specie legnosa ed un’ altra che giustificano gli impieghi dei vari tipi di legno per differenti scopi produttivi (infissi, pasta di cellulosa, ecc. ). Gli effetti cromatici del legno si ottengono sia da un solo tipo di legno che dall’ accostamento di legni con colorazioni diverse.

Essendo un materiale “vivo”, vive in armonia con i fattori ambientali che lo circondano ricercando sempre un naturale equilibrio con essi variando a volte percettibilmente ed a volte non, le proprie ecaratteristiche fisico-meccaniche.Il legno infatti adegua continuamente il proprio grado di umidità all’ambiente circostante. Ancora, può avere comportamenti imprevedibili come fessurazioni o incurvature dovute alle fortissime tensioni interne della pianta che vengono liberate dopo il taglio (anche queste molto variabili tra una specie legnosa ed un'altra ) quasi completamente annullate con l’utilizzo del lamellare.

 Cosa è importante sapere